Un successo il Raduno estivo calabrese del Sindacato Indipendente di Polizia

Calabria, Giovedì 10 Agosto 2017 - 19:53 di Redazione

Il successo di sempre e un cuore che batte ogni volta più forte. Questo è stato il Raduno estivo in Calabria del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, che il 9 agosto, ospite dello squisito padrone di casa Massimo Antonicelli, proprietario del Villaggio Bahia, a Paola, ha radunato poliziotti giunti da mezza Italia, familiari e tanti amici, tra cui magistrati, parlamentari, politici, appartenenti ad altri Corpi delle Forze dell’Ordine, giornalisti, produttori calabresi e tanti, tanti altri accorsi per fare festa e, come sempre, per non perdere l’occasione di riflettere su se stessi, su una realtà che ancora punta tutto sugli individui, sui volti, sui cuori, sulla volontà di donne e uomini che hanno deciso di donare buona parte di sé al Sindacato che ne rispecchia il credo, sentimenti, convinzioni. Un Sindacato che ha sempre saputo come uscire dalle quattro mura di una realtà “corporativa”, per aprirsi al mondo, alla gente, per recepirne bisogni e aneliti, per offrire più di quanto ci si aspetti, per porsi come filo saldo e resistente che tenga insieme una “rete” al servizio della collettività.   Il calore bruciante del solleone era eguagliato solo dalla passione che ardeva nei cuori, sui volti, negli occhi della famiglia del Coisp, più unita che mai in una giornata resa ancor più brillante da un tocco di calabresità che fra ‘nduja e peperoncino ha infuocato una giornata indimenticabile. “La famiglia del Coisp calabrese – ha detto alla fine Rocco Morelli, Segretario Generale Regionale del Coisp Calabria – è pronta alle sfide del futuro per la tutela dei diritti dei poliziotti, ma non possiamo sperare nel futuro se non sapremo cementare ed esaltare più che mai i valori e gli ideali che da sempre caratterizzano il nostro Sindacato, e oggi siamo qui per dimostrare il nostro impegno più vivo che mai”. “Ritrovarsi anche in piena estate per fare il punto della situazione e per rilanciare l’azione del Coisp in Calabria – ha detto per parte sua Giuseppe Brugnano, della Segreteria Nazionale del Coisp – è l’emblema dell’inarrestabile dinamicità di un gruppo di Dirigenti sindacali al passo con la dinamicità dei tempi attuali. E l’accorata partecipazione di tante persone, oggi, qui, testimonia e sugella il carattere vincente di un modo di porsi che passa dal cuore per arrivare dritto alle menti di ciascuno di noi” ha aggiunto Brugnano al termine di un intervento trascinante, che ha scatenato grande ed evidente entusiasmo giunto all’apice dell’emozione poco dopo, con l’intervento del Presidente del Coisp, Franco Maccari, un punto di riferimento incrollabile e inestinguibile di un Sindacato che per oltre un decennio si è identificato nel suo carisma e nel suo modo di fare Sindacato per i poliziotti.   Oltre alla propria presenza, non hanno voluto far mancare il proprio saluto ai microfoni del Raduno alcuni degli ospiti giunti a festeggiare il Coisp, in una giornata simbolicamente dedicata alla memoria del giudice Antonino Scopelliti nell’anniversario del suo assassinio avvenuto il 9 agosto del 1991 in Calabria. Primo fra tutti il Giudice emerito della Corte di Cassazione e presidente del Centro studi Lazzati, Romano De Grazia, fulgido esempio di vero impegno per la legalità e da sempre profondamente legato al Sindacato indipendente con il quale ha condiviso tante esperienze importanti. E poi l’onorevole Mario Tassone, da anni impegnato nel Parlamento italiano dove ha ricoperto incarichi che lo hanno portato a occuparsi di legalità con forte e determinato impegno. Il giornalista Massimo Tigani Sava, da tempo dedito al progetto della valorizzazione e promozione delle eccellenze calabresi, e che con il Coisp ha cercato e voluto una sinergia particolare proprio perché anche le forze buone e produttive di una terra bisognosa di attenzioni possano essere al centro dell’attività di difesa della legalità. E con quest’ultimo due graditissimi ospiti che hanno dato ancor più “sapore” alla giornata omaggiando i presenti con i loro straordinari prodotti, i “mitici” peperoncini della Lombardo Srl di Melicucco (RC), filiera certificata del Peperoncino calabrese 100%; e l’eccezionale creazione di “Sua Maestà il Porco” di Michele Dotro, di Spilinga (VV), specializzato in ‘nduja da filiera corta. Presente poi, come sempre, l’affezionato Mario Placanica, “adottato” dal Coisp che non manca mai di fargli sentire tutta la propria vicinanza. E ancora Giovanni Iacoi, Segretario Generale di Les, Organizzazione Sindacale federata al Coisp; Luigi De Rose, coordinatore provinciale di Forza Italia, nonché l’ex Questore di Vibo Valentia, Angelo Carlutti, e il Segretario Generale del Coisp Veneto, Arcangelo Durante. Ma raccogliere in poche righe il contributo che ciascuno ha apportato a questo momento di profondo confronto è impossibile. Solo leggere gli sguardi dei presenti rendeva l’idea della voglia di andare avanti, inarrestabili, per tenere fede a un impegno scritto sulla roccia 14 anni fa, in questo stesso posto, con questo stesso bruciante clima che oggi come ieri continua a infuocare cuori tinti di verde che battono sempre, e sempre più forte.   



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code