Genitori bimbi malati in beni confiscati

Calabria, Sabato 18 Novembre 2017 - 17:18 di Redazione

Il Comune di Reggio Calabria ha stipulato una convenzione con la Regione per la destinazione di due immobili assegnati dall'Agenzia nazionale per i beni confiscati, ad associazioni che si occupano di progetti sociali di accoglienza alle famiglie dei bambini ricoverati presso il nosocomio cittadino. Lo ha affermato il vice sindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro nell'incontro al Grande ospedale metropolitano, alla presenza del direttore generale Frank Benedetto e dell'assessore alle Politiche sociali Lucia Nucera, in occasione della Giornata mondiale della Prematurità. "Si tratta - ha aggiunto - di due immobili ubicati a pochi passi dall'Ospedale, da destinare a scopo abitativo, per supportare i genitori che vengono da fuori per assistere i loro bambini durante il percorso di cura, a volte lungo anche diversi mesi, all'interno del reparto di Terapia Intensiva Neonatale. Credo sia un passo in avanti concreto ed importante che ci consente di andare incontro alle esigenze delle famiglie".

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code