Sequestro depuratore Mammola, 8 indagati

Calabria, Venerdì 19 Maggio 2017 - 13:52 di Redazione

 I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Reggio Calabria hanno sequestrato il depuratore comunale di Mammola. Il sequestro è stato fatto in esecuzione di un provvedimento disposto dal Gip di Locri su richiesta della locale Procura della Repubblica.    I carabinieri del Noe, contestualmente, hanno notificato l'avviso di conclusione indagini nei confronti di otto persone tra le quali un tecnico comunale, amministratori e responsabili della società che ha gestito l'impianto.    I reati contestati, e che sarebbero stati commessi tra il 2012 ed il 2016, riguardano l'immissione, nel torrente Chiaro, di una quantità indeterminata di reflui fatti precedentemente confluire nel depuratore comunale e poi riversati nel corso d'acqua senza nessuna depurazione, il mancato smaltimento di fanghi, sabbie e vaglio di grigliatura, la frode nell'adempimento degli obblighi derivanti dal contratto di conduzione e manutenzione dell'impianto di depurazione e la violazione del codice degli appalti. Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code