Confiscati beni a presunto reggente cosca

Calabria, Venerdì 14 Luglio 2017 - 10:07 di Redazione

Beni per oltre 700 mila euro sono stati confiscati dalla Guardia di finanza di Cosenza a Francesco Patitucci, ritenuto il reggente della cosca Ruà-Lanzino, e a Giuseppe De Cicco, suo parente, legato alla stessa cosca. Il provvedimento è stato emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Cosenza su richiesta della Dda di Catanzaro.    In particolare sono stati confiscati tre fabbricati turistico - residenziali in provincia di Cosenza, una società di capitale del settore costruzioni, con relativo complesso aziendale, un automezzo e rapporti bancari. Dagli accertamenti svolti e relativi al periodo 2002-2013, è emersa una netta sproporzione tra le movimentazioni economico-finanziarie e i redditi dichiarati da entrambi. A Patitucci, inoltre, è stata applicata la sorveglianza speciale per la durata di quattro anni con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, mentre per De Cicco la sorveglianza speciale per tre anni.

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code