Sequestrato depuratore ai laghi di Sibari

Calabria, Giovedì 10 Agosto 2017 - 10:14 di Redazione

La Capitaneria di porto di Corigliano e la sezione operativa navale della Guardia di finanza hanno sequestrato il depuratore dei Laghi di Sibari del Comune di Cassano Ionio.Durante il sopralluogo gli uomini della Capitaneria e della Guardia di finanza hanno accertato la presenza in ingresso nell’impianto di liquidi di colore nero, probabilmente idrocarburi, e altro materiale in corso di accertamento, che viene sversato direttamente nel mare attraverso il Canale degli Stombi. Su richiesta della Procura di Castrovillari, guidata da Eugenio Facciolla, è stato disposto il sequestro della struttura con relativa denuncia a carico di ignoti a causa dello sversamento illegale nella rete fognaria. Denunciato anche il responsabile comunale dell’impianto e il responsabile della rete fognaria per omesso controllo e vigilanza. L’apposito gruppo di lavoro della Procura, dai primi controlli effettuati, ha rilevato che i materiali che arrivano nell’impianto non sono fanghi, né residui di fognatura. Potrebbe trattarsi di materiale altamente inquinante che non viene smaltito e una volta finito nella rete fognaria è destinato a finire nel mare. Per tale motivo sul posto è intervenuta anche Arcapal per una serie di controlli di approfondimento, necessari anche per evitare eccessivo allarmismo.Nei giorni scorsi, sempre nel comune di Cassano, erano stati messi i sigilli al depuratore di Bruscata Grande. Il sequestro era stato disposto a causa del malfunzionamento dello stesso.

 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code