Morte Denis Bergamini, spunta terzo indagato

Calabria, Mercoledì 17 Gennaio 2018 - 15:23 di Redazione

C’è un terzo indagato nell’inchiesta sulla morte di Donato Bergamini, il giocatore del Cosenza trovato cadavere il 18 novembre 1989 sulla statale 106 nei pressi di Roseto Capo Spulico. Lo rivela oggi la Gazzetta dello Sport.  E’ una delle novità emerse  - scrive La Gazzetta - dalle indagini condotte da Eugenio Facciolla, il procuratore capo di Castrovillari che 9 mesi fa ha riaperto il caso con un’ipotesi di reato pesantissima nei confronti di Isabella Internò (l’ex ragazza del calciatore) e Raffaele Pisano (l’autista del camion sotto il quale Bergamini si sarebbe suicidato, come da racconto della donna presente alla tragedia): omicidio volontario in concorso, aggravato dalla premeditazione. Un altro nome ora è nel registro degli indagati da individuare nella cerchia familiare della Internò. Avrebbe avuto secondo gli investigatori un ruolo primario nella vicenda”. 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code