Sei chili di droga nascosti nell'autocarro, arrestato 28enne calabrese a Messina

Calabria, Lunedì 12 Febbraio 2018 - 19:26 di Redazione

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina stamattina hanno tratto in arresto un 28enne incensurato calabrese Pietro Modaffari, dipendente di un’azienda agricola che commercializza formaggi ed altri alimenti, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane residente a Meliccuccà, era sbarcato a Messina alla rada San Francesco, a bordo del suo autocarro tentando di confondersi tra i pendolari che ogni giorno attraversano lo stretto. Fermato ad un posto di controllo dai Carabinieri, è stato notato il suo nervosismo, così i militari hanno deciso di controllare all’interno del vano di trasporto del suo veicolo, dove era custodito il cambio di un camion. La presenza di un pezzo meccanico all’interno di un veicolo solitamente adibito al trasporto di formaggi ed alimenti aumentava i sospetti dei militari spostando il pesante manufatto scoprivano che nascosto al di sotto era stato abilmente ricavato un doppiofondo, dove erano custoditi 8 involucri che, a seguito dei primi accertamenti svolti dai militari attraverso l’utilizzo dei “narcotest”, sono risultati contenere quasi sei chili di sostanza stupefacente, tre involucri, di colore verde, del peso complessivo di quasi tre chili e mezzo, conteneva cocaina ed gli altri 5 imballi, di cellophane trasparente, nascondevano complessivamente due chili e mezzo di eroina. L'uomo è stato arrestato, mentre la droga ed il veicolo sono stati sequestrati. Il valore commerciale dello stupefacente sequestrato ammonta ad oltre 500 mila euro.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code