'Ndrangheta: confiscati beni in Piemonte

Calabria, Lunedì 12 Marzo 2018 - 13:15 di Redazione

Diventa definitiva la confisca del patrimonio di Giovanni Iaria, deceduto nel 2013, già condannato per associazione per delinquere di stampo mafioso, poiché ritenuto esponente di rilievo della locale di 'ndrangheta di Cuorgnè.  Iaria, zio di Bruno Antonio Iaria, condannato per associazione di tipo mafioso, aveva intrecciato amicizie in ambienti politici locali, che gli avevano consentito di acquisire conoscenze e appoggi finalizzati alla realizzazione degli interessi tipici del sodalizio mafioso. Il provvedimento - che riguarda alcuni immobili per un valore di 9 milioni di euro - diventa definitivo in seguito alla pronuncia della Corte di Cassazione che ha dichiarato inammissibili i ricorsi degli eredi Iaria. L'indagine della Dia di Torino sul patrimonio di Iaria, sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati, ha evidenziato, tra l'altro, l'intestazione fittizia di beni in ambito familiare e il reimpiego dei proventi illeciti ricavati, a partire dagli anni '70 e fino alla data del suo arresto.

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code