Codacons: Task forse contro pirati del mare

Calabria, Giovedì 10 Agosto 2017 - 13:21 di Redazione

L'ennesimo incidente del mare ripropone in maniera drammatica il tema della sicurezza di bagnanti e subacquei rispetto alla circolazione di imbarcazioni da diporto. Sono decine le vittime degli incoscienti che hanno invaso il nostro mare gareggiando su motoscafi o moto d'acqua senza alcun rispetto delle regole sulla navigazione. Agevolati da controlli, purtroppo, carenti. Com'è noto tra tutti i tipi di incidenti in mare, quello che riguarda le eliche resta uno dei più terribili e devastanti. “Siamo convinti che tanti di questi incidenti possano essere facilmente evitati attraverso un'adeguata sensibilizzazione, un corretto esercizio della navigazione, e rispettando alcune regole di base”, sostengono dal Codacons. L'associazione chiede controlli a tappeto da parte delle Capitanerie di Porto, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione di tutti i comportamenti illegali. Per rispetto delle vittime e per la sicurezza dei bagnanti riteniamo doveroso - conclude Francesco Di Lieto del Codacons - che le Forze dell'Ordine vogliano immediatamente attivarsi. Siamo stanchi di contare le vittime, siamo stanchi di assistere ad idioti che alla guida di imbarcazioni o moto d'acqua si esibiscono in pericolose evoluzioni in prossimità dei bagnanti.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code