Dopo 16 anni Consiglio regionale della Calabria approva il bilancio di previsione di Calabria Verde

Calabria, Mercoledì 18 Luglio 2018 - 19:55 di Redazione

"Dopo 16 anni, finalmente il Consiglio regionale della Calabria approva il bilancio di previsione di Calabria Verde. Ciò è per noi motivo di grande soddisfazione e orgoglio". E' quanto ha affermato il presidente della Regione, Mario Oliverio, nel corso della riunione del Consiglio regionale della Calabria che si è svolta ieri pomeriggio a Palazzo Campanella di Reggio Calabria in cui parole di elogio sono venute, sia da settori della maggioranza che della minoranza, per il lavoro compiuto in questi anni dal Commissario straordinario,  generale Aloisio Mariggiò che, in stretto rapporto con la Giunta e la Presidenza regionale, è riuscito a mettere i conti in ordine e a garantire all'azienda una situazione di quasi normalità. "Era dal 2002 -ha detto Oliverio- che Calabria Verde, insieme ad altri enti regionali, non vedeva approvato il proprio bilancio di previsione. Tutto ciò è stato possibile grazie all'operazione di legalità e di bonifica portata avanti dall'attuale Giunta regionale che ha approvato ben 14 rendiconti che oggi ci hanno messo nelle condizioni di approvare il bilancio di previsione di Calabria Verde. Lo abbiamo fatto grazie soprattutto al lavoro di una personalità autorevole come quella del generale Mariggiò che il sottoscritto, e non altri, ha voluto a questa responsabilità circa due anni fa, a seguito delle valutazioni sulle condizioni gravi in cui si trovava l'azienda. A chi finge di dimenticarlo vorrei ricordare che Mariggiò è stato incaricato da me nel febbraio del 2016, prima che la magistratura scoperchiasse, nell'autunno dello stesso anno, una vicenda molto torbida rispetto alla quale spesso, con grande superficialità e strumentalità, si ha l'ardire di alzare l'asticella. Chiedo di parlare con rispetto di questa vicenda perché Mariggiò sta svolgendo, su indicazione del governo regionale, un'azione di bonifica e di riordino che non ha precedenti rispetto ad un ente che, nel corso di un lunghissimo periodo di tempo, era stato trasformato in una "prateria" nella quale hanno "pascolato", indistintamente dalle collocazioni politiche e in forma consociativa, diversi "pastori". Attraverso la sua azione Mariggiò ha eliminato definitivamente ogni forma di utilizzazione clientelare, sia interna che esterna, dell' ente, assicurando un controllo serio e rigoroso sui flussi del personale, sulle consulenze, sull'assegnazione degli incarichi, sugli interventi effettuati, sui carichi di lavoro, ecc. E' stata ripristinata la legalità e, contemporaneamente, si sta riportando l'ente alle sue funzioni precipue che sono quelle della difesa del suolo, della sistemazione idraulica, ecc. E' stato definito il quadro dei fabbisogni, si sta affrontando anche il problema dei sorveglianti idraulici che fino a poco tempo fa erano altra cosa rispetto al personale di Calabria Verde e si sta disegnando un organico in grado di utilizzare risorse tecniche capaci di fare compiere l'auspicato salto di qualità all'ente. In Consiglio regionale, inoltre, è stata approvata, su nostra proposta, una norma che permette di utilizzare le risorse di Calabria Verde in coordinamento con la Protezione Civile regionale in caso di necessità e di emergenza per interventi da effettuare sul territorio". "Tutto questo -ha aggiunto Oliverio- vorrei ricordare agli smemorati e a chi non capisce o fa finta di non capire. Solo chi non conosce le vicende di questo ente può pensare che la giungla che si era creata intorno ad esso nel corso degli anni potesse essere districata e si potesse fare il salto di qualità necessario solo con un tocco di bacchetta magica. Chi ha pensato ciò evidentemente vive in un altro pianeta". "La scelta che abbiamo compiuto -ha concluso Oliverio- ci ha dato ragione. La strada imboccata è quella giusta. Oggi quando ci rivolgiamo al Governo e al Parlamento per chiedere che siano garantite le risorse c'è credibilità e rispetto nei confronti di Calabria Verde, perché c'è certificazione di serietà e legalità. Non è poco". 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code