Ministro Lezzi: "Alcune regioni in ritardo, in Calabria situazione migliore (VIDEO)

Calabria, Martedì 07 Agosto 2018 - 10:19 di Redazione

"La Calabria, così come tutto il Sud, ha bisogno che la quota ordinaria di investimenti, che attualmente è inferiore al 29%, arrivi al 34%, ovvero alla quota di ripartizione corretta in base alla popolazione." Così il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, commenta l'incontro avvenuto a Catanzaro con il presidente Oliverio. "Oggi ho incontrato il presidente della Regione Calabria e i tecnici regionali, così come ho già fatto in Sicilia e come farò nelle altre Regioni del Sud nelle prossime settimane, per verificare l'attuazione della spesa per i fondi europei, perché alla fine di quest'anno abbiamo una scadenza importante sulla rendicontazione. Alcune di queste regioni sono in ritardo sui tempi, in Calabria ho invece trovato una situazione migliore. Tutti gli investimenti, che vanno dalle strade, alle ferrovie, all'università, alla ricerca, portano lavoro e sviluppo, a beneficio indiretto anche delle piccole imprese dell'artigianato o dell'agroalimentare che nel Sud sono eccellenze."

Il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha ricevuto oggi pomeriggio nella Cittadella regionale a Catanzaro il Ministro per il Sud Barbara Lezzi in visita in Calabria per monitorare e approfondire il tema dell'utilizzo delle risorse comunitarie e prendere visione del Porto di Gioia Tauro dove è stata isitituita da pochi mesi la prima Zona Economica Speciale in Italia. All'incontro, durato circa tre ore, hanno preso parte per la Regione, oltre al Presidente Oliverio, il Vicepresidente della Giunta Francesco Russo, l'Autorità di Gestione del POR Calabria FESR FSE 2014/2020 Paola Rizzo, il Dirigente generale alla Programmazione Tommaso Calabrò, il Dirigente al Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici Giovanni Soda, il Responsabile Amministrativo del Dipartimento Programmazione Ivonne Spadafora, il Capo di Gabinetto Gaetano Pignanelli e Leo Pangallo del Dipartimento Presidenza. Il Ministro Lezzi era invece accompagnata da Valeria Capone, Capo di Gabinetto; Ferdinanado Ferrara, Capo del Dipartimento delle Politiche della Coesione e Maria Ludovica Agrò, Direttore Generale dell'Agenzia per la coesione territoriale. Durante l'incontro sono stati analizzati con meticolosità i vari Assi del Programma Operativo Regionale 2014-2020, gli interventi programmati e le riosrse già utilizzate. Il Mnistro Lezzi e lo staff del Governo hanno a lungo interloquito con il Presidente Oliverio e con l'Autorità di Gestione Paola Rizzo su alcuni particolari temi relativi a determinati Assi del Programma come l'infrastrutturazione della Banda Larga, le Politiche attive sul lavoro, le risorse sull'edilizia scolastica e sanitaria e quelle sui trasporti. Al termine della disamina del quadro generale del Programma è stato certificato unanimamente il corretto e buon utilizzo delle risorse e un nesso significativo tra l'accelerazione della spesa comunitaria e la crescita economica della Calabria negli ultimi due anni soprattutto in alcuni settori come l'agricoltura e il settore edilizio. È stato dunque riconosciuto che per la Calabria il grado di raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2018 non è difficile da raggiungere ma è a un buon punto rispetto a diverse regioni che invece sono in ritardo e rischiano il disimpegno. Molta attenzione è stata poi rivolta alla più grande infrastruttura calabrese, il Porto di Gioia Tauro. Il Vicepresidente Russo ha illustrato dettagliatamente l'imponente sforzo della Regione nel realizzare la Zes e ha sottolineato il grande interesse da parte degli investitori che si sta manifestando in queste ultime settimane sul Porto. Piena convergenza è stata espressa anche sui prossimi passi che Regione e Governo dovranno affrontare per rendere assai competitivo il Porto calabrese ma anche su altre questioni riguardanti la programmazione comunitaria e nazionale. Il Ministro Lezzi ha dichiarato a tal proposito che lavorerà insieme alla Calabria sul tema delle semplificazioni burocratiche per la realizzazione della Zes a Gioia Tauro. Semplificazioni che sono tra l'altro oggetto di un Tavolo specifico che vede impegnati diversi ministri del Governo.“Ho evidenziato al Ministro Lezzi – ha detto al termine dell'incontro il Presidente Oliverio - che a partire dalla prossima Legge di stabilità bisognerà rafforzare gli strumenti di intervento nel Mezzogiorno per recuperare il gap esistente tra Nord e Sud ma soprattutto per evitare che ci sia uno squilibrio nella utlizzazione delle risorse ordinarie. Le risorse comunitarie – ha aggiunto - devono essere aggiuntive e non possono essere considerate ordinarie. Su questo cè stata una condivisione sostanziale con il Ministro. Ho evidenziato anche quello che è un risultato importante per la nostra regione, vale a dire l'istituzione della Zes a Gioia Tauro e ho spiegato lo stato dell'arte della nostra programmazione su questa grande infrastruttura. Al Ministro, che ha tra l'altro manifestato l'intenzione di valutare il rafforzamento del fondo nazionale riguardo le Zes e domani visiterà Il Porto di Gioia, ho chiesto inoltre un sostegno coerente sulla nostra impostazione”. 


Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code