Ugl, raccolta firme lavoratori Tim per defibrillatore

Catanzaro, Lunedì 22 Ottobre 2018 - 21:03 di Redazione

Da giorno 17 ottobre la UGL Telecomunicazioni Calabria è impegnata, nelle sedi Regionali di Tim e delle società del gruppo, a promuovere una raccolta firme tra i lavoratori tesa a chiedere all’azienda di voler dotare tutte le strutture dove operano i dipendenti del gruppo, di un defibrillatore con relativa formazione al personale preposto alla sicurezza per il suo utilizzo. Un caso ogni diciannove minuti. Con questa frequenza si presentano in Italia i casi di morte (60 mila ogni anno) per arresto cardiaco improvviso. In totale le malattie legate al cuore rappresentano il 29,5% del totale dei decessi. Il Congresso europeo di Cardiologia ha rilevato che il 25% delle persone che muoiono di infarto potrebbero salvarsi con il defibrillatore. Ad oggi siamo consapevoli che le aziende non sono obbligate a dotarsi del defibrillatore, ma ciò non impedisce alla nostra organizzazione di cercare di far emergere una sensibilità ed una esigenza da parte di tanti lavoratori che riconoscono  tale strumento come potenziale “salva-vita”. Esiste inoltre una disposizione dell’Inail tesa ad incentivare la presenza dei defibrillatori nei luoghi di lavoro con vantaggi economici relativi alla riduzione del premio Inail per le aziende aderenti alla iniziativa. Anche per tali ragioni le aziende devono cominciare a sviluppare una maggiore maturità rispetto al tema. Nelle sedi Tim di Catanzaro, UGL Telecomunicazioni ha, in pochi giorni, raccolto oltre 450 firme, che aumenteranno quando nelle prossime settimane le iniziative si ripeteranno su Cosenza e Reggio Calabria. La nostra organizzazione è sempre stata molto sensibile al tema che riguarda la sicurezza nei luoghi di lavoro e, come sindacato calabrese, siamo orgogliosi del fatto che questa iniziativa abbia trovato il pieno sostegno della nostra Segreteria Nazionale che replicherà la raccolta firme in tutte le sedi Tim di Italia dove sono presenti i nostri rappresentanti. Lavorare in luoghi più sicuri che mettano al centro i lavoratori è una sfida che tutti gli attori coinvolti devono saper cogliere, soprattutto alla luce dei tanti decessi che ancora oggi riempiono le pagine di cronaca su media e stampa. UGL Telecomunicazioni Calabria sta dimostrando di essere all’altezza nel condurre una battaglia sulla sicurezza con la consapevolezza che, dal punto di vista culturale, c’è ancora tanta strada da fare.  

Pierpaolo Pisano Segretario Regionale UGL Telecomunicazioni Calabria



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code